Il falegname delle onde

Stile di vita

IMMERGIAMOCI NEL MONDO DEL SURF E DEI CETACEI CON
OL’TOM, UN ARCHITETTO ITALIANO CHE PROGETTA E COSTRUISCE
TAVOLE DA SURF ARTIGIANALI A TENERIFE

Il mare è magico. Tanto che può unire una famosa orca assassina dall’Australia, con un architetto italiano,
il Surf in Cile e una piccola città di Tenerife; e tutto ciò, in non meno di un secolo.
Il connettore di questo miracolo temporale e spaziale si chiama Tom.

Tom, Old Tom, era un leggendario cetaceo nel New South Wales, dove visse tra il 1895 e il 1930, secondo le stime. Nonostante la sua condizione di Orca, ha collaborato con i pescatori della zona nella cattura delle balene … che curiositá! Era così famoso che è stata composta addirittura una canzone in suo onore. Senza dubbio, la sua selvaggia vicinanza ha lasciato il segno. Tom, Tommaso Bellé, è nato ignaro di questa storia in una città vicino a Torino, nel 1983. La sua mente ha creato tutti i tipi di disegni e,

quando è arrivato il momento di progettare il suo futuro, ha scelto di studiare architettura a Milano.
Parallelamente, in quel bambino, più tardi adolescente e poi adulto, stava crescendo un’altra passione: i cetacei. Dopo aver completato gli studi, ha lavorato come interior designer e falegname, progettando e producendo mobili e strutture in legno e in ferro. Questa passione non solo era nella sua mente, ma mise letteralmente in moto tutto il suo corpo e lo spinse fino a Barcellona, dove visse per sei anni.

Fino a quando il destino lo ha portato in Cile. Tom, che a differenza di molti bambini non aveva avuto una tavola nella sua infanzia (skateboard, bodyboard …), ha avuto un’esperienza decisiva a 30 anni. Un amico lo ha invitato a provare il surf, e le onde del Pacifico hanno fatto il resto. Questo sport è entrato nella sua vita per non lasciarla mai più, diventando la sua filosofia. Amore a prima vista, che non poteva rimanere solo una passione per una persona come lui con un’anima creativa. Presto ha voluto costruire le sue tavole. Una idea romantica, che per diventare realtà ha richiesto molte ore di internet, libri e studio. Se il mare non ha confini, allo stesso modo i suoi sogni sono liberi. L’ispirazione gli viene dagli Stati Uniti e Tom realizza la sua prima tavola da surf con il legno di cedro. Cosí le passioni per il surf e il design si uniscono.

In questo esatto momento Tom iniziò a vedere chiaramente che questo hobby poteva diventare una professione.
Un nuovo cambiamento di vita lo porta a Tenerife nel 2016, con la sua compagna, Canaria-Chilena, e i loro due figli. Nel sud dell’isola trova un luogo perfetto per stabilire la famiglia e, naturalmente, trova anche il mare a poca distanza con un ambiente internazionale e aperto al suo sport preferito. Altro fattore di grande rilevanza: Tenerife ispira Tom. Basti pensare al poter accedere facilmente a un vulcano come il Teide, con la sensazione di stare quasi in un altro mondo, o al poter condividere l’acqua con i delfini e le balene. Pertanto, tutte le condizioni erano ottime per aprire una ditta di tavole da surf artigianali… e tavole da Skate, perché quando non ci sono onde, lo Skate è l’alternativa giusta per Tom.

Tom, Old Tom, era un leggendario cetaceo nel New South Wales, dove visse tra il 1895 e il 1930, secondo le stime.

Ol-tom artesanal wooden surfboard in Tenerife

Tom, Ol’Tom Wooden Surf & Longboards, hanno visto la luce. Se pensi attentamente al nome, c’è un omaggio diretto alla mitica balena australiana. E il suo logo presenta il disegno di una pinna di Orca maschio. Dopo aver lavorato a questo progetto in diversi luoghi, ha trovato la sistemazione ideale nella piccola città di Tejina de Isora, nel comune di Guía de Isora,

una zona rurale con la salsedine e le maree, come ti ho detto, a solo a pochi minuti. Un grande laboratorio ha dato libero sfogo alla fantasia di Tom, che alla sua vena di falegname ha unito quella di Shaper (la persona che dà forma), ovvero l’artigiano che crea questi pezzi unici.

DA BUON PERFEZIONISTA, VUOLE
CHE I SUOI CLIENTI GODANO DI UNA ESPERIENZA UNICA

con tavole più leggere e non progettate per il surf aggressivo e competitivo.
Utilizza materiali naturali, con legno sia da Tenerife che dall’estero, cerca di riciclare,
non vuole la fibra di vetro e, in caso di utilizzo della resina, è ecologica.

Al centro delle sue creazioni puoi trovare poliuretano, EPS, poliespan …
Con queste combinazioni, i risultati possono durare una vita, o quasi,
che di per sé suppone un altro contributo ambientale poiché non è necessario cambiare il prodotto.

Una motivazione idilliaca che richiede un grande sforzo per sopravvivere in un mercato così feroce. Qualità, personalizzazione e un rapporto diretto con il cliente sono le virtù che difende.

Tom segue un programma giornaliero molto organizzato, che inizia presto, per sfruttare l’energia del mattino, e dura praticamente per il resto della giornata, cercando di trovare il tempo per fare surf al tramonto.

E se sei interessato a una delle sue tavole?

Il processo, in breve, inizia parlando e specificando ciò che si desidera. Successivamente, Tom progetta il disegno della tavola in 3D sul suo computer, cosa che richiede diversi calcoli matematici. Si procede ad una selezione del legno per le varie parti che compongono la tavola e successivamente al taglio e piallatura. In un apposito tavolo da lavoro si assemblano i listelli di legno con colla di poliuretano. Simultaneamente si va dando forma all’anima della tavola nella shaping room. Il cliente è il primo a provare la tavola, anche se l’artigiano ha calibrato già tutto prima (aspetti come la geometria e il volume, tra gli altri).

Se lo vuoi fare particolarmente felice, chiedigli di farti una longboard, il suo preferito, soprattutto con uno stile più retrò di 7 piedi (2,13 metri). Arrivati a questo punto, ci chiederemo sicuramente quale è il costo finale: il longboard di 9 piedi (2,74 metri) può valere tra 1.000 e 1.200 euro, e una shortboard va da 500 a 600. Invece i prezzi medi per le tavole da Skate, siamo sui 260/280 euro.

DONDE TROVARE OL-TOM:

Instagram
Facebook

Cellulare:
(+34) 603 515 812

Una storia che inizia con il mare e con i cetacei, non può finire senza di loro.

Tom gli dedica le sue creazioni, così si può scaricare l’adrenalina su una Omura (nome di una balena),
o scivolare su una Hope (un delfino).
E per finire, c’è la speciale 56 hertz, la balena solitaria che comunica in quella frequenza …
senza trovare nessun altro che le risponda.

Ma tu non vai in solitudine. Tom, Tommaso, fabbrica i tuoi sogni.

Samelo Veg, destinazione gastronomica sana

Una coppia italiana trionfa con la sua filosofia di vita sana in questo piccolo ristorante di Abades.

Tipos en su tinta

Abbiamo tutti sentito parlare di Gutenberg e dell'invenzione stampa ... ma lo sapevate che a Tenerife si stampa ancora come nel XV secolo?
Fashion editorial Lucilla Bellini Abissi

Textus

La ultima collezione della firma Abissi fotografata da Lucilla Bellini

Tatuaggi polinesiani nelle Isole Canarie? Scopri Roberto Gemori!

La storia di Tenerife, le Hawaii d’Europa e un conservatore dell’arte polinesiana.

Ceramica con anima

Incontro privilegiato nel laboratorio di Pilar González Concepción per conoscere la sua arte e filosofia.
Lupe Castro wearing Paloma Suarez photo by Claudia Maturana

Paloma Suárez

La figlia prediletta della scena della moda canaria che ha spiegato le ali ed è riuscita a saltare sul palcoscenico internazionale

Guillermo Vázquez Zamarbide

Pittore e architetto argentino con sede a Tenerife.

Hollywood

Ispirato dall'opera di Erwin Blumenfield e Horst P. Horts con un tocco di Guy Bourdin, rappresenta il glamour di Hollywood in un altro contesto.

Abissi senza tempo

Valeria è costantemente alla ricerca di linee senza tempo, che permettono ai vestiti di non passare di moda.